Europee al via: guida al voto che coinvolge 427 milioni di cittadini

Bruxelles – Sovranisti e populisti alla prova del fuoco a partire da oggi, con il Regno Unito e l’Olanda che hanno aperto questa mattina le danze delle elezioni europee. Una tornata elettorale di quattro giorni che si chiude domenica alle 23 e coinvolge circa 427 milioni di europei. Un voto cruciale per l’Unione europea. La carica degli euroscettici pone infatti l’Ue di fronte a varie incognite, a partire dall’astensionismo, ma soprattutto ad una scelta: trasformarsi o replicarsi, mantenere lo status quo o cogliere le sfide rinnovandosi. Dalle urne potrebbe venire fuori una maggioranza diversa da quella attuale o nuovi equilibri trasversali che rifletteranno le tensioni che hanno caratterizzato l’ultima legislatura, dai migranti al rigore economico, alle tensioni internazionali e al rapporto con Mosca.

Il voto per l’Europarlamento in diversi Paesi sarà associato ad altre consultazioni. In Italia molte le elezioni comunali. In Belgio si terranno le politiche. Venerdì gli irlandesi saranno chiamati alle urne anche per il referendum sul divorzio e le elezioni locali. Domenica toccherà alla Spagna per le amministrative che interesseranno Barcellona, tra l’altro, e per le regionali in 12 comunità autonome. La Lituania si pronuncerà sul secondo turno delle presidenziali, e la Romania sul referendum per la riforma della giustizia. In Germania si voterà alle municipali in alcuni laender. Regionali anche in Grecia.

GUARDA ANCHE