L’Italia spende 4,2 miliardi di euro per l’emergenza migratoria

Roma –  La spesa dell’Italia per affrontare l’emergenza migranti nel 2017 è salita a 4,2 miliardi. Emerge dai dati del ministero dell’Economia. Oltre la metà, 2,8 miliardi, sono stanziati per l’accoglienza. Nel 2016, l’impegno economico dell’Italia per aiutare i migranti è stato di 3,6 miliardi, di cui 2,4 destinati all’accoglienza.

Nel Documento di programmazione economica finanziaria (Def) 2017 è previsto uno stanziamento di 4,7 miliardi di euro per il fenomeno migratorio, ipotizzando uno scenario di crescita dei flussi: di questa quota, il 18,8% è destinata alle operazioni di soccorso, il 68% per l’accoglienza e il 13,3% per l’ assistenza sanitaria e l’istruzione. Per l’accoglienza, dunque, la spesa prevista è di 2,8 miliardi di euro, dei quali 2 miliardi sono gestiti dal Dipartimento delle Libertà civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno.

“Dei 2 miliardi che gestiamo noi – ha spiegato il prefetto Gerarda Pantalone, capo del Dipartimento delle Libertà civili e l’Immigrazione del Viminale  – 1 miliardo e 895 milioni di euro sono destinati all’accoglienza in senso stretto: 1 miliardo e 320 milioni vanno ai centri d’accoglienza“. Il prefetto ha poi fatto sapere che c’è una lista dei primi 10 centri di permanenza per i rimpatri che dovrebbero sorgere in altrettante regioni e che nel 2017 sono stati allontanati 8.935 migranti trovati in posizione irregolare.